idrusa
idrusa
meteo
area marina
animali
localita
noleggio
kitesurf
La focara - Novoli

focaraLa Fòcara si celebra il 16 gennaio a Novoli, in provincia di Lecce ed è un'usanza dedicata a Sant'Antonio Abate.

La Focura deriva da un'antica tradizione, secondo la quale si usava accendere dei falò in gennaio, in occasione delle celebrazioni solari del solstizio d'inverno. I fuochi accesi erano numerosi e solo nel Quattrocento, seguendo l'esempio dei Veneziani, si decise di crere un unico ma grande falò, per glorificare ulteriormente il Santo. I lavori per la costruzione del falò iniziano circa un mese prima del giorno della festa con la raccolta della legna e dei tralci della vite da parte dei giovani. L'otto gennaio invece si comincia a costruire la Fòcara, che deve essere di forma conica e molto alta, così che le fiamme possano raggiungere la sommità del Duomo, come vuole la tradizione. Un ramo di arancio con i frutti, delle spighe di grano e una bandiera tricolore con l'immagine di Sant'Antonio Abate vengono infine fissati sulla sommità del cono. Durante la vigilia si svolge l'intorciata, una sorta di processione in cui le varie confraternite portano i sugghi, enormi ceri, e appena la statua del Santo esce dalla chiesa vengono raccolte le varie offerte, prevalentemente oggetti d'oro e orologi, che verranno poi posti sul simulacro. Poco più tardi i fuochi d'artificio avvisano che è ora di accendere la focura, intorno alla quale si radunano tutti fino a notte inoltrata. Il falò dura circa ventiquattro ore, al termine delle quali ognuno prende dei tizzoni e della cenere per un buon auspicio.

Sarà il fuoco di Betlemme ad accendere la Focara di Novoli 2010, dedicata a Sant’Antonio Abate.

La festa sarà infatti dedicata alla Pace e al dialogo, con uno sguardo alla Terra Santa, che sarà il filo conduttore del ricco programma di eventi e di manifestazioni.

Sabato 16 gennaio, come consuetudine, l’accensione della Focara, tra i fuochi pirotecnici e la musica dell’eclettico Vinicio Capossela.